L' angolo Verde...

 

A cura di Salvatore Da campo Ferrara

Il Ginepro

Il ginepro è tra gli alberi considerati sacri. Una bella ghirlanda di ginepro da appendere sulla porta d’ingresso, ornata da pigne, noci dorate e nastri rossi, è una bella immagine che sottolinea il Natale.

 

Purifica e protegge

 

La leggenda narra che Maria, in fuga dai soldati di Erode, trovò rifugio e nascondiglio tra i rami di una pianta di ginepro, e che di quel legno, forse, era fatta la croce di Gesù.
Gli antichi asserivano che il ginepro avesse la capacità di tenere lontano i serpenti e ne curasse il morso. La tradizione cristiana ha interpretato questa presunta capacità come un potere di purificazione dai peccati.

 

Cos’ è il Ginepro

 

Il ginepro, Juniperus, appartiene al genere delle Cupressacee, con una sessantina di specie di alberi o arbusti che crescono soprattutto nell’emisfero Nord.
In Italia sono presenti diverse specie di ginepri e la più comune ha il nome botanico di Juniperus communis.
Èun arbusto o un piccolo albero con foglie pungenti, che cresce nei boschi e nei pascoli fino a 1500 metri di quota. Si usa il legno, impiegato sopratutto per fare bastoni.
Le bacche, che sono chiamate galbuli, sono usate sia in cucina come aroma, che per ricavare un’essenza usata come diuretico.
Dalle bacche si ricava anche un’acquavite, il gin.